Dove andare in vacanza con un figlio adolescente

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Andare in vacanza con un figlio adolescente è un'impresa che potrebbe sembrare difficile: come convincere qualcuno che non è più un bambino a seguire i propri genitori? E come spiegargli che non è facile, per un genitore, lasciarlo solo a casa o permettergli di fare un viaggo da solo con i suoi amici? Ma vediamo insieme dove andare in vacanza con un figlio adolescente.

25

Il modo più ragionevole è senza dubbio parlargli alla pari, senza fargli pesare la sua condizione e spiegandogli che i genitori hanno piacere di stare con lui. Può sembrare una mossa scontata, ma spesso gli adolescenti credono che l'affetto dei genitori si riduca alla sola apprensione, o alla volontà che si rispettino le loro scelte a tutti i costi. Ecco che la scelta del posto è fondamentale: un luogo che attiri l'interesse del ragazzo ma che non lo faccia sentire ancora un bambino; che piaccia ai genitori ma non solo a loro, che non sia noioso e in cui ci sia la possibilità di conoscere altri ragazzi, magari grazie ad attività sportive o luoghi in cui gli stessi ragazzi possono incontrarsi e stare solo tra loro, sotto la sorveglianza invisibile dei genitori.

35

Se le città non sono la meta preferita, un posto desiderabile sia dai genitori che dai figli è quello dei villaggi vacanze: nella maggior parte dei casi, sono strutture organizzate per una clientela con esigenze diverse, sia per gusti che per età. Animatori per i più piccoli, sport e spazi comuni per i ragazzi, degustazioni o visite guidate per gli adulti sono alcune delle attrattive principale di un villaggio organizzato a modo, supponendo che la stagione prescelta sia l'estate. Se invece il periodo è invernale, la neve è un'attrazione in sé al cui fascino pochi resistono. Sia per la bellezza di un panorama o di un centro storico innevato, sia perché si può sciare o semplicemente camminarci. I gusti personali influiranno sulle scelte di ciascuno: l'unico consiglio generico che pare opportuno dare è coinvolgere il ragazzo nella scelta, senza metterlo di fronte a un fatto già compiuto. Con persuasione, pazienza e buon senso, ci si può mettere d'accordo e programmare una vacanza memorabile.

Continua la lettura
45

Le città d'arte sarebbero la meta ideale se vanno incontro agli interessi del ragazzo, ma non si può generalizzare: è un campo molto soggettivo. Meglio se la città è legata a qualche passione: un film che il ragazzo ha amato, o la sede di impianti sportivi e squadre per cui fa il tifo. Grandi città come Milano, Torino, Roma o Napoli, per citare solo alcune tra le più popolose, coniugano alla perfezione interessi di adulti e adolescenti, e potrebbero essere un ottimo compromesso. Niente impedisce, poi, che il ragazzo sappia apprezzare anche quello che non conosce o che non credeva potesse interessargli, come i centri storici, gli scorci paesaggistici, il contatto con la gente. Le città europee, invece, unirebbero il fascino del luogo specifico alla possibilità di mettere alla prova la lingua straniera: un motivo di curiosità per il ragazzo, per testare la sua capacità e superare la timidezza, e per scoprire se i suoi genitori sono bravi quanto lui.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come parlare con un adolescente

L'adolescenza rappresenta il periodo più delicato all'interno delle vita di ogni ragazzo e ragazza; è questa la fascia d'età in cui si creano le opinoni e si sviluppa una propria e personale visione del mondo. Spesso il desiderio di costruire ed affermare...
Famiglia

Come Affrontare La Partenza Di Un Figlio

Al giorno d'oggi è molto difficile trovare un lavoro, soprattutto nella propria città o in piccoli paesini. I giovani, soprattutto i neo laureati, sono costretti ad allontanarsi da casa per cercare lavoro altrove e realizzarsi professionalmente, ma...
Famiglia

Come stabilire le punizioni ad un figlio

Insegnare ad un figlio le conseguenze di un comportamento negativo è uno dei compiti più importanti di un genitore. Gli atteggiamenti dettati dall'impulso risultano sempre controproducenti. Quindi, quando si deve stabilire una punizione ad un figlio...
Famiglia

Come assecondare le passioni di un figlio

La nascita di un figlio ha sicuramente stravolto la vostra vita, e magari adesso, sopratutto se si tratta del primo figlio, vi trovate un po' spaesati su come agire al meglio affinché vostro figlio cresca felice e sicuro di sé. Un elemento che un genitore...
Famiglia

Come stabilire un rapporto di complicità tra madre e figlio

Se siete la madre di un figlio adolescente, o lo state vedendo crescere sotto i vostri occhi, nutrite senza dubbio la speranza di stabilire con lui (o con lei) un rapporto di complicità. Che lo faccia sentire libero di comunicarvi tutto quello che lo...
Famiglia

Come riconoscere un figlio naturale

Il nostro ordinamento giuridico, qualifica come naturale il figlio concepito da due genitori non uniti tra loro in matrimonio. Il riconoscimento del figlio naturale è disciplinato dagli articoli 250 e seguenti del codice civile e consiste in una dichiarazione...
Famiglia

Come capire se sei pronta per un altro figlio

In questo articolo vogliamo aiutare te, che sei una delle nostre care lettrici, ad imparare come poter capire se sei pronta per un altro figlio, in moo da essere consapevoli di questa scelta non facile per tutte noi donne!Essere madre è una soddisfazione...
Famiglia

Come gestire un conflitto con un figlio

Tra genitori e figli capita molto spesso che nascano incomprensioni, ed inevitabilmente ciò finisce in uno scontro. Essere genitori è molto difficile e si rischia di sbagliare cercando di fare il bene del proprio figlio, lasciandoci trasportare da questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.