Separazione dei beni e morte di uno dei coniugi

Tramite: O2O 10/11/2014
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al momento delle nozze o successivamente con un atto notarile da annotare a margine dell?atto di matrimonio, i coniugi possono pattuire espressamente un regime di separazione dei beni. Così facendo non ricadrebbero più nell'automatica comunione legale, disposta dall?articolo n.177 del codice civile, quando i beni acquistati in costanza di matrimonio, i proventi dell?attività di ciascun coniuge, i frutti dei beni propri appartengono in parti uguali ai due coniugi. Cosa accade in caso di morte se il regime prescelto è quello della separazione? Quali quote di patrimonio vanno in successione?

26

Occorrente

  • Dichiarazione di separazione dei beni espressa formalmente
36

Comunione dei beni o separazione influenzano in modo diverso le modalità di calcolo del patrimonio posto in successione. In caso di morte, infatti, i beni del coniuge defunto che erano in comunione verranno ripartiti nell?asse ereditario considerandoli solo al cinquanta per cento, perché la restante metà continuerà ad appartenere direttamente al superstite, in virtù della condivisione. Solo i beni personali del defunto, invece, che non rientrano mai nella comunione legale, saranno suddivisi tra gli eredi calcolandoli al cento per cento. I beni personali, sempre secondo il titolo VI del codice civile che tratta del matrimonio, sono quelli posseduti prima del matrimonio o acquisiti per donazione e successione o quelli che servono all?esercizio della professione, nonché altri dettagliatamente specificati.

46

Facendo un esempio di calcolo, se due coniugi con un figlio possiedono una casa acquistata dopo il matrimonio in regime di comunione, alla morte di uno la proprietà sarà dapprima considerata in due parti: il 50% sarà di proprietà del superstite, l?altro 50% formerà l?eredità e andrà in successione venendo ridiviso equamente tra il coniuge vivo e il figlio. Ciascuno erediterà il 25% della proprietà intera, generando una nuova ripartizione: 25% di immobile al figlio, 75% al coniuge superstite (50% la quota di comunione + 25% la quota ereditata).

Continua la lettura
56

Nel regime di separazione, invece cadrà in successione l?intero patrimonio che sarà considerato divisibile al 100% tra gli eredi. Se si ripropone l?esempio illustrato sopra, ma considerando il regime di separazione, sia il coniuge vivo sia il figlio erediterebbero in parti uguali la proprietà nella misura del cinquanta per cento. In caso di più figli o in presenza di disposizioni testamentarie le percentuali saranno diverse e specifiche per ogni caso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il regime di comunione o di separazione dei beni influenza il calcolo del patrimonio posto in eredità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Separazione e figli adolescenti

Quando una coppia decide di attuare una separazione a soffrirne sono, oltre ai coniugi stessi, i figli. In particolar modo, se questi sono adolescenti, alcune reazioni al trauma potrebbero essere accentuate a causa del difficile periodo che stanno passando....
Divorzio

Come dire al marito che si vuole la separazione

Siete proprio sicure che volete la separazione da vostro marito? Avete fatto tutti i tentativi per tenere in piedi il vostro matrimonio ma proprio non ce la fate a sopportare la situazione? Temete che vostro marito non vuole separarsi e non sospetti affatto...
Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento dei figli

In questi ultimi anni stanno aumentando esponenzialmente le separazioni e i divorzi, ponendo in primo piano la questione riguardante il mantenimento dei figli. La Costituzione sostiene che i genitori hanno l'obbligo di mantenere ed educare i figlia, minorenni...
Divorzio

Come opporsi a una richiesta di divorzio

La legge italiana prevede che il divorzio possa essere richiesto dai coniugi sia di comune accordo che separatamente. In quest'ultimo caso, è uno dei due che chiede il divorzio all'altro. Se si verifica questa situazione il coniuge che subisce la decisione...
Divorzio

Come aiutare gli adolescenti ad affrontare un divorzio

Il divorzio è un momento molto difficile. La coppia, in particolare, vede sfumare i propri progetti di vita. Chi ne risente sono soprattutto i figli. Se i figli sono adolescenti, hanno maggiori difficoltà ad affrontare la separazione dei genitori. Si...
Divorzio

Come mantenere buoni rapporti con l'ex coniuge

Mantenere un buon rapporto con l'ex marito o l'ex moglie certamente non è facile. Purtroppo, si tratta di situazione più comune di quanto vorremmo sperare. Il matrimonio è finito e adesso arriva la parte più complessa. Gestire eventuali beni materiali...
Divorzio

Come fare se l'ex marito non versa le spese straordinarie

Di solito, nelle sentenze che sanciscono una separazione o un divorzio, il giudice stabilisce che il genitore a cui sono stati affidati i figli debba comunque contribuire al loro mantenimento. La modalità più utilizzata è quella che prevede il versamento...